Google Maps a pagamento

GOOGLE MAPS a pagamento

A partire dal 16 luglio 2018 è diventato operativo il nuovo piano tariffario per Google Maps, Routes e Places.

Con il passare degli anni la Google Maps Platform si è evoluta notevolmente consentendo di interagire tramite le API (Application Programming Interface) che indicano le interfacce di applicazione che vengono rese disponibili da Google e che gli sviluppatori possono utilizzare per espandere le funzionalità di programmi e applicazioni.

Le API di Google Maps vengono adoperate dai vari siti per integrare la mappa, affinchè vi siano più informazioni riguardo la posizione dell’impresa e su come raggiungerla. Diventa anche una guida per i d’intorni e i posti che si desidera visitare nelle vicinanze dell’impresa.

Il nuovo piano tariffario non è più diviso in Piani Standard e Premium ma fornisce una quantità predefinita di mappe scaricabili ogni mese, fornendo ai suoi utenti un badget di 200 dollari mensili gratuiti, superato questo limite si addebita un costo per ogni contatto successivo.

Il tetto massimo gratuito diventa di 28000 visualizzazioni mensili e Google addebiterà i costi successivi, tenendo in considerazione il credito di 200 dollari.

Si paga solo quello che si utilizza. Si possono consultare le tariffe e le spese in qualsiasi momento nella console di Google Cloud Platform, dove si possono anche impostare avvisi relativi alla fatturazione per ricevere notifiche e-mail quando gli addebiti raggiungono la soglia impostata.

Anche se i primi 200 dollari di utilizzo mensile sono gratuiti, tutti i servizi di Google Maps Platform richiedono una carta di credito e un account di fatturazione per coprire eventuali importi di spesa oltre tale credito gratuito.

Roberto De Grandi

Buongiorno, come possiamo esserti utile?
Powered by