La Rete 5 G

il 5 g
la rete 5 g

Questa nuova tecnologia permetterà di rivoluzionare il mondo delle telecomunicazioni. La rete 5G permetterà,infatti, di avere maggiore capacità di banda ma anche di ottenere latenze ridottissime, compatibili con quelle di un collegamento in fibra ottica.
L’innovazione portata dalla nuova connessione mobile è quella di fornire la stessa qualità di connessione della fibra, ma senza dover utilizzare i cavi che rappresentano un limite e un ostacolo non indifferente in molte attività, inoltre, in questa fase iniziale il 5G ha un ruolo importante per garantire una elevata connettività nelle aree non raggiunte dalla fibra.
Con la partenza della rete Tim, che segue quella di Vodafone partita poco tempo fa, il 5G entra nella fase di implementazione della rete di copertura del paese. Tim inizia sviluppando la rete in tre città, Roma, Torino e Napoli, a cui entro fine anno se ne aggiungeranno altre sei (Milano, Bologna, Firenze, Verona, Bari, Matera), oltre a 30 località turistiche e 50 distretti industriali.
Gli smartphone compatibili annunciati da Tim sono quattro e sono prodotti da Samsung, Oppo, Xiaomi e Huawei con piani mensili per la connettività da 30 euro. Entro due anni l’obiettivo è di coprire con la rete il 22% della popolazione.

Le web agency e chi si occupa della realizzazione siti web saranno senza obmra di dubbio entusiasti della nuova rete.
Il potenziale della rete 5G è enorme con prestazioni 10 volte superiori a quelle attuali del 4G, minor latenza, quasi 10 volte inferiore al 4G e maggior densità di dispositivi gestiti contemporaneamente.

Nuove opportunità per le web agency
La rete 5G offrirà servizi sempre più efficienti in molti settori, dall’area della salute con l’utilizzo della robotica per operazioni a distanza, alle aziende nel settore turistico e culturale che possono beneficiare di servizi di visite guidate virtuali, alla guida autonoma di vetture. Un’altra applicazione riguarda i videogiochi che non vengono scaricati su smartphone ma girano su server remoti. Prepariamoci quindi all’utilizzo delle nuove tecnologie.

Roberto De Grandi

Categorie: Tutti gli articoli

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *